nutria ecc

Indice (TOC)
Nessuna testata

Le specie invasive si trovano in molti taxa diversi inclusi i virus, i batteri, le alghe, i funghi, le piante, gli invertebrati, i pesci, gli anfibi, i rettili, e i mammiferi. Qui di seguito vengono elencate alcune specie introdotte in Italia. Per una lista completa delle specie invasive italiane si veda il sito DAISIE; per un approfondimento sugli uccelli e mammiferi invasivi si veda invece il sito del Ministero dell'Ambiente(Quaderni di Conservazione della Natura n.2).

ROBINIA 
(Robinia pseudoacacia)
Quest’albero è nativo del sud-est degli Stati Uniti, ma già a partire dal secolo scorso si è naturalizzata in tutto il territorio del USA e qualche provincia del Canada. Diventata invasiva in Corea, Cipro e Italia dove si trova soprattutto lungo le rive dei fiumi, cresce bene su suoli sabbiosi.Introdotta sia per stabilizzare il terreno, sia per scopo ornamentale nei parchi e nei giardini. 

 

GAMBUSIA 
(Gambusia affinis)

E’ un pesce tropicale d’acqua dolce di piccole dimensioni, originario del continente americano. E’ stato introdotto in Italia a partire dal secolo scorso, intorno agli anni ’20-’30 nella speranza che elimini le uova di zanzara di cui si ciba. 
A tal fine, le Aziende Sanitarie hanno promosso l’immissione di questa specie nei laghi, pozze d’acqua, fontane e stagni. Oggigiorno la sua capacità di essere un buono strumento di difesa contro le zanzare è messa in discussione, mentre crea molti danni ecologici perché minaccia la sopravvivenza delle specie native. I danni sono legati alla competizione con gli altri pesci e crostacei, e alla predazione di insetti nativi. Inoltre la Gambusia è un potenziale ospite di parassiti, che vengono trasmessi ai pesci nativi. 

 

TARTARUGA DALLE ORECCHIE ROSSE
(Trachemys scripta)

E’ la piccola tartarughina originaria della Florida che si trova spesso nei negozi d’animali. 
Se nutrita adeguatamente, puo’ diventare molto grande, fino a 30cm, e a quel punto spesso viene liberata perche’ difficile da gestire in un ambiente domestico. In Italia e’ stata introdotta anche a fini ornamentali nei laghetti e stagni dei parchi urbani. In Italia vivono molte popolazioni di tartaruga dalle orecchie rosse sia in natura che nei parchi cittadini, ma è ancora da accertare la loro acclimatizzazione. Questa specie provoca seri danni all’ecosistema perche’ compete con le tartarughe native ed e’ un vorace predatore di invertebrati e delle loro larve. 

 

SCOIATTOLO GRIGIO 
(Sciurus carolinensis)

Questo scoiattolo, originario del nord America, e' arrivato in Italia come animale da compagnia. E' stato quindi introdotto intenzionalmente in tre aree, in Piemonte (1948),
Liguria (1966) e Lombardia (1994), con rilasci di pochi animali che hanno dato origine a poplazioni ora in forte espansione 1,2. Questa specie costituisce una grave minaccia per lo scoiattolo rosso (Sciurus vulgaris) con cui puo' competere e a cui puo' trasmettere alcune malattie 3. Dove arriva lo scoiattolo girgio molto spesso lo scoiattolo rosso si estingue 4. Lo scoiattolo grigio puo' anche causare danni agli alberi ed economicamente puo' avere un notevole impatto sulle coltivazioni di noccioli e pioppi.

 

NUTRIA
(Myocastor coypus)
E’ un grosso roditore (può arrivare fino a 10 Kg), originario del sud America. In Italia la nutria è stata importata a partire dagli anni '20 per creare allevamenti per la produzione delle pellicce. 
In seguito alla crisi del mercato delle pellicce e all’abbandono degli allevamenti megli anni 30-40 dovuto alla grave crisi economica e allo scoppio della II Guerra Mondialie, molti esemplari sono stati rilasciati in natura5. Oggi la nutria, che vive vive lungo le sponde e gli argini dei corsi d’acqua, ha invaso il centro e nord Italia con piccoli nuclei isolati nell'Italia meridionale e nelle isole6,7. Questa specie provoca notevoli danni alla vegetazione e quindi l'estinzione locale della fauna associata a tali ambienti, come ad esempio il Tarabuso (Botaurus stellaris) e il Falco di Palude (Circus aeruginosus)5. Inoltre puo' fare dei danni diretti sulla fauna predando uova e pulcini di uccelli che nidificano a terra come il Mignattino piombato e il Tuffetto. La nutria puo' provocare inoltre ingenti danni all'agricoltura per l'escavazione degli argini, che si indeboliscono, e per danni nei campi di cereali e riso8.
BIBLIOGRAFIA
  1. Bertolino, S., Currado, I., Mazzoglio, P. and Amori, G., 2000. Native and alien squirrels in Italy. Hystrix Italian Journal of Mammalogy 11, 65-74.
  2. Bertolino, S. and Genovesi, P., 2003. Spread and attempted eradication of the grey squirrel (Sciurus carolinensis) in Italy, and consequences for the red squirrel (Sciurus vulgaris) in Eurasia. Biol. Conserv. 109, 351-358.
  3. Tompkins, D. M., Sainsbury, A. W., Nettleton, P., Buxton, D. and Gurnell, J., 2002. Parapoxvirus causes a deleterious disease in red squirrels associated with UK population declines. Proceedings of the Royal Society - Biological Sciences (Series B) 269, 529-533
  4. Genovesi, P. and Bertolino, S., 2001. Linee guida per il controllo dello scoiattolo grigio (Scurus carolinensis) in Italia. Ministero dell'Ambiente e Istituto Nazionale della Fauna Selvatica
  5. Andreotti, A., Baccetti, N., Perfetti, A., Besa, M., Genovesi, P. and Guberti, V., 2001. Mammiferi e uccelli esotici in Italia: analisi del fenomeno, impatto sulla biodiversita' e linee guida gestionali. Quaderni di Conservazione della Natura. Ministero dell'Ambiente e INFS (scaricabile dal sito del Ministero dell'Ambiente)
  6. Spagnesi, M., Toso, S. and De Marinins, A. M., 2002. I Mammiferi d'Italia. Quaderni di Conservazione della Natura. Ministero dell'Ambiente e INFS. (scaricabile dal sito del Ministero dell'Ambiente)
  7. Lapini, L., Fiorenza, T. & Fabian, S. 2004 ? Espansione della Nutria Myocastor coypus Molina, 1782 nella regione Friuli Venezia Giulia (Mammalia, Italia nord-orientale). Gortania. Atti Mus. friul. St. nat., 25 (2003): 341-354.
  8. Cocchi, R. and Riga, F., 2001. Linee guida per il controllo della nutria (Myocastor coypus). Ministero dell'Ambiente e Istituto Nazionale della Fauna Selvatica.
  9.  

 

Etichette
Visualizzato commento 5 di 5 : vedi tutti
Vi piace il mio articolo??????!!!!
Inviato 21:00, 6 Nov 2014 ()
E bello
Inviato 21:04, 6 Nov 2014 ()
È
Inviato 21:04, 6 Nov 2014 ()
Grazie, hai visto la seconda parte!!!!!!???? 21:50, 6 Nov 2014 modificato
Inviato 21:12, 6 Nov 2014 ()
Ambrosini come V' a
Inviato 22:42, 6 Nov 2014 ()
Visualizzato commento 5 di 5 : vedi tutti
E' necessario connettersi per inserire un commento.