LA MANGUSTA ASIATICA

Indice (TOC)
Nessuna testata

 La piccola mangusta asiatica, conosciuta anche come mangusta indiana, piccola mangusta indiana o mangusta di Giava, è una specie di mangusta che abita in natura in Asia meridionale e sudorientale. 

 

 mangusta.jpg

Aspetto  

 È caratterizzata da un mantello folto e corto, che può assumere diverse colorazioni, dal castano chiaro o grigiastro con la presenza di macchie nere o brune negli esemplari che vivono nelle regioni aride, al rossiccio o marrone scuro con macchie nere o grigie per gli abitanti delle regioni tropicali umide. Raggiunge i 40 cm di lunghezza, esclusa la coda che a sua volta può toccare i 26 cm. I maschi hanno dimensioni maggiori rispetto alle femmine; hanno inoltre la possibilità di rizzare il pelo per sembrare grandi il doppio in caso di battaglia con gli acerrimi rivali, i rettili velenosi.

Alimentazione 

 La mangusta indiana ha un'alimentazione varia, fatta di insetti, artropodi, anfibi, rettili, roditori, uova granchi, pesci, uccelli e frutta. È ormai celebre la sua capacità di catturare animali più grandi, tra cui i conigli, e di affrontare serpenti velenosi, come il cobra. 

 

 Danni causati 

 È stata introdotta in molte isole per cercare di contenere il numero di ratti e topi. Invece ha decimato altri piccoli esseri locali.  


Etichette
E' necessario connettersi per inserire un commento.