GRUPPO "LUMOS"

Indice (TOC)
Nessuna testata

COMPONENTI DEL GRUPPO: Pozzi Martina, Meda Giacomo, Vese Silvia, Haddari Ibtissam e Santini Stefano.

 

All’interno della nostra MISTERY BOX abbiamo trovato alcuni macro-ingrentienti che ci spiegavano come doveva essere impostata la nostra lampada: 

·       - doveva consistere in un RECINTO LUMINOSO; 

·       - guardandola bisognava riconoscere in essa CARATTERISTICHE RIGUARDANTI UN FILM. 

Dopo aver pensato e discusso su quale fosse il film più adatto alla lampada abbiamo scelto “HARRY POTTER”, perchè evoca molte immagini significative ed è conosciuto da tutti. 

Così ci siamo subito messi all’opera e abbiamo deciso di proporre l’idea del CAPPELLO che assegnò Harry Potter alla Casa Grifondoro. 

La nostra lampada perciò avrà un tema riguardante il cappello magico di Harry Potter e per arricchirla e per darle un'atmosfera magica avrà delle decorazioni costituite da FORMULE MAGICHE. 

Per essere più tecnici :

il nostro cappello sarà formato da una base con forma a  cerchio di diametro  36cm  con all’interno appoggiata una piramide (divisa in 8 triangoli, ovvero i pezzi) a base ottagonale con lato di 9cm e con raggio 11,5cm che formerà la punta del nostro cappello. 

Su ogni lato dell’ottagono verrà posto un triangolo di altezza 36 cm e di base 9cm. 

Tutti i triangoli insieme formeranno la punta del cappello e saranno tenuti insieme da alcune fascette. Su di essi inoltre verranno intagliate tramite il taglio laser delle decorazioni e delle formule magiche utilizzate da Harry Potter. 

La luce perciò fuoriucirà dai lati dei triangoli, dalle decorazioni e delle formule magiche. 

I triangoli verranno inseriti  sul cerchio, ovvero la base del cappello tramite incastro. 

Su uno dei triangoli posizioneremo una saetta, realizzata con la stampante 3D, che simboleggierà la cicatrice che Harry Potter aveva sulla fronte.

 Per vedere un'anteprima del risultato abbiamo anche costruito un modellino in cartone. 

Procederemo con il realizzare un disegno di tutti i pezzi che serviranno per assemblare la nostra lampada. Le docenti del Politecnico con cui abbiamo realizzato questa attività trasferiranno per noi questo disegno sul computer.

Il 22 aprile ci recheremo insieme ai nostri compagni al Politecnico di Milano dove potremo realizzare le nostre lampade servendoci del laboratorio del Politecnico.

 

 

Etichette
Visualizzato commento 1 di 1 : vedi tutti
ok, posso suggerire lumos come nome della lampada? 18:45, 6 Apr 2016 modificato
Inviato 21:28, 5 Apr 2016 ()
Visualizzato commento 1 di 1 : vedi tutti
E' necessario connettersi per inserire un commento.