Fiabe

Indice (TOC)
Nessuna testata

Fiabe

Gabriele e il riccio magico 

 

Un  bambino di nome  Gabriele passeggiava nel prato quando  trovò un riccio.

Il bambino chiamò il fratello e  insieme  lo portarono a casa.

Lo misero in cantina  in  una  scatola  e  chiusero a  chiave la   cantina.

Il mattino dopo il riccio  non c’era più. Gabriele  andò a fare una passeggiata nel prato e lo trovò lì.

 Gabriele  capì  che il  riccio era   magico.

Ogni  giorno,  quando   Gabriele faceva la sua passeggiata, vicino al riccio c’erano sempre  dei bellissimi  fiori di ogni qualità. 

Il  riccio  si  spostava  ogni  giorno  e  stava   riempiendo  tutto  il  prato  di fiori.

Un   giorno,  però,   Gabriele si accorse che il riccio magico aveva

trovato una riccia magica e insieme decisero di avere  dei 

riccini e insegnargli tante bellissime magie .

I  riccini   erano 3 , con 3 poteri magici diversi.

Il  primo  riccio  Simone  aveva  il potere  di essere  invisibile.

Il secondo riccio Piero aveva il potere di fare ridere chi era

triste.      

Il terzo riccio era femmina e si chiamava Rosa. Lei aveva il potere

di punire  i cattivi.

Il riccio Simone, che era invisibile, si nascondeva dalla

mamma  quando  era  arrabbiata  con lui.

Il  riccio Piero,  che  aveva  il   potere di   far  ridere  quelli  che    erano   tristi, andò  in tutto il mondo a ridare il sorriso a tutte le persone.

La terza riccina  andò  a punire  quelli che maltrattano  le donne e  i bambini. (gabriele rotondi)

      

 

 

Etichette
Visualizzato commento 3 di 3 : vedi tutti
Wow!!!!!!!!!!!!!!!!!!! E' stupenda!!!!!!!!!!!! Grandeeeeee!!!!!!!!!
Inviato 12:10, 24 Mag 2014 ()
BRAVISSIMO GABRI
Inviato 19:16, 24 Mag 2014 ()
fantastica, bravo Gabri, sei stato bravissimo!!!!!!!!!!!!!
Inviato 16:49, 25 Mag 2014 ()
Visualizzato commento 3 di 3 : vedi tutti
E' necessario connettersi per inserire un commento.