CLIMA ITALIA

Indice (TOC)
  1. 1. IL FUTURO DELL'ITALIA

 

L'ITALIA 
In base a diversi studi  le temperature medie annuali in italia sono cresciute negli ultimi due secoli di 1,7° C.Il contributo più rilevante a quest' evento è avvenuto in questi ultimi 50 anni, per i quali l' aumento è stato di circa 1,4°C.
Le analisi evidenziano una diminuzuione della temperatura media in Italia dal 1961,e un successivo incremento fino al 2008, per un aumento complessivo di circa 0,1°C.
 
 

Secondo la stessa ricerca il clima del sud Italia sarà sempre più simile a quello del nord Africa, con estati e inverni più aridi e secchi e una crescente carenza di acqua, che porterà al progressivo inaridimento dei suoli, con ripercussioni su agricoltura, attività industriali e salute umana. La ricerca suggerisce anche che l’Italia sarà soggetta a un maggior numero di eventi estremi: alluvioni nella stagione invernale, periodi prolungati di siccità, incendi, ondate di calore e scarsità di risorse idriche nei mesi estivi.

 

                                                 Risultati immagini per concentrazioni di PM2.5 sul territorio italiano

 

 

L’Italia guadagna quattro posizioni in classifica. Il Climate Change Performance Index, una specie di pagella dei buoni e dei cattivi del cambiamento climatico – stilata ogni anno dall’organizzazione non governativa tedesca Germanwatch – lascia vuoti i primi tre posti, come per rimarcare che nessuno è perfetto. In vetta, c’è sempre l’Europa: come l’anno scorso, Danimarca, Regno Unito e Svezia dominano il terzetto di testa. Ma l'Italia passa dalla sedicesima alla undicesima posizione in un colpo solo

IL FUTURO DELL'ITALIA

 

 

 
 Nel 2100 l'Italia sarà sommersa dal mare e nasceranno nuove coste e nuove isole, mentre molte città e regioni saranno quasi completamente svanite.

I nuovi contorni della nostra Penisola saranno riconformati a causa dello sciagurato sfruttamento del suolo, della deforestazione e dell’inquinamento provocato dall'uomo. Roma, la Capitale, sarà sommersa così come gran parte della Puglia, Lecce e il Salento in testa, della Sicilia e del Veneto. Milano diventerà una città che affaccia sul mare e Napoli sorgerà su un'isola staccata dalla Campania. L'acqua si svilupperà nell'entroterra per tutta la Lombardia. Uno scenario preoccupante del quale tuttavia non vi è certezza scientifica.
 
 
 
Etichette
Visualizzato commento 1 di 1 : vedi tutti
IL LAVORO VA UNIFICATO NELLO STILE E LA PARTE IN ROSSO VA SPIEGATA, COSI NON è CHIARO
Inviato 18:36, 9 Gen 2016 ()
Visualizzato commento 1 di 1 : vedi tutti
E' necessario connettersi per inserire un commento.