Quale futuro per il pianeta

Gruppo 5

La lotta al cambiamento climatico è un'emergenza, ma anche un'opportunitá.

Il problema sembra di difficile soluzione ma la consapevolezza che le risorse del nostro Pianeta non sono illimitate e che nel nostro piccolo possiamo fare qualcosa per inquinare meno è giá un passo avanti.

 

 

 

                        SCIOGLIMENTO DEI GHIACCI

 

 

L' innalzamento della temperatura determina lo scioglimento dei ghiacci e l' innalzamento delle acque. Gli effetti saranno catastrofici.

se non saranno presi drastici e immediati provvenimenti a livello mondiale lo scioglimento dei ghiacci farà aumentare il livello dei mari di 5mm ogni anno, con effetti a catena: fiumi in piena, aumento di inondazioni e precipitazioni, riduzione della disponibilità di acqua dolce, centri urbani (assediati dall' afa), montagne senza neve, epidemia di colera e malaria.

 

Le seguenti, sono quasi sicure conseguenze che avverranno sempre più frequentemente, se i ghiacci continueranno a sciogliersi:

 

- I POLI

Nelle regioni polari l' impatto sarà più rapido e profondo. Geografia e caratteristiche della penisola antartica, dell' Oceano del sud e dell' Artico, cambieranno.

 

- L' EUROPA

Le regioni mediterranee saranno più vulnerabili. Nell' Europa del sud l' estate si allungherà e l' acqua dolce disponile diminuirà. Aumenteranno le differenze climatiche e ambientali fra le regioni del nord e del sud, vulnerabili alla siccità.

Metà dei ghiacciai alpini spariranno. Aumenterà il livello dei fiumi in gran parte d' Europa e il rischio di inondazioni sulle aree costiere, con pesanti conseguenze sul turismo, l' industria e l' agricoltura. In Italia, il mare ingoierà le zone costiere formate da lagune e da foci dei fiumi. La produttività media diminuirà nell' Europa del sud e dell' est, mentre il nord potrà contare su temperature più miti, che favoriranno le colture agricole.

                                     

- I TROPICI

Ad essere colpite saranno soprattutto le regioni sub-tropicali. Esse costituiranno diminuzione dei raccolti agricoli e della quantità di acqua disponibile, aumento dell' esposiziane a malattie come la malaria e il colera, incremento della morti causate dal caldo. Gli eventi metereologici estremi, una volta concentrati nell' area caraibica, si estenderanno in altre regioni del mondo: le alluvioni sel Piemonte ne sono una conferma.

        

 

-TIMORI PER LA SALUTE

L' aumento delle ondate di caldo, spesso accompagnato da maggior umidità e inquinamento, si farà sentire di più nei grandi centri urbani. I più esposti a malori per il caldo e malattie generate dalle alte temperature saranno gli anziani e le persone più deboli. Le inondazioni aumenteranno i rischi di annegamento, diarree e infezioni respiratorie. Nel terzo mondo porteranno a carestie e malnutrizione.

 

-GLI EFFETTI POSITIVI

Alle medie latitudini una temperatura più mite favorirà l' agricoltura; diminuiranno le morti per il freddo e così anche i costi economici per il riscaldamento invernale.

L' aumento delle precipitazioni favorirà alcune regioni che soffrono di siccità (come l' Estremo Oriente) e lo sviluppo delle foreste.

 

Etichette
E' necessario connettersi per inserire un commento.