I CANI

Indice (TOC)
Nessuna testata

COMUNICARE CON IL TUO CANE:ECCO 10 MODI PER FARLO AL MEGLIO

 

1. IL LINGUAGGIO NON VERBALE 
 Il  cane  comunica con un linguaggio
non verbale

 

 2. CAMMINARE VERSO UN CANE SCONOSCIUTO
 Se ti avvicini a un cane sconosciuto, fallo camminando lateralmente a lui e in maniera semicircolare. Il cane che non ha intenzioni aggressive, prima di avvicinarsi a un altro esemplare, gli gira intorno: mentre se ha intenzioni poco amichevoli, gli va incontro in modo  diretto.


3. POSIZIONE DOMINANTE
quando il cane è tuo e ti sporgi in avanti per parlare gli ricordi che tu sei predominante, se il cane è sconosciuto la comunicazione può essere fraintesa.

 

4. POSIZIONE SOTTOMESSA
All’opposto di quanto detto sopra, se ti sporgi con il busto un po’ all’indietro mentre parli con il cane, stai mandando un messaggio di chiara sottomissione a lui. 


5. INVITARE AL GIOCO
Se ti accovaccialla sua altezza, stai invece chiaramente invitando il cane a giocare con te e non stupirti se ti salterà addosso!

6. GUARDARSI NEGLI OCCHI
Guardare un cane fisso negli occhi, e a lungo, è un segnale di sfida. È una semplice regola di comunicazione che deriva dalla vita nel branco e che sopravvive nel cane e a cui occorre fare molta attenzione quando ci si trova con un esemplare sconosciuto

 

7. IL SIGNIFICATO DELLO SBADIGLIO 
Un cane che sbadiglia non è detto che abbia sonno. Può anche darsi che stia cercando di comunicarti la voglia di riconciliazione dopo un litigio e il bisogno di più calma intorno a sé. Se vuoi fare pace con il tuo cane, insomma, sbadiglia!

 

8. ACCAREZZARE SULLA TESTA
È difficile immaginare qualcosa di più naturale per l’uomo dell’accarezzare un cucciolo sulla testa. Eppure, per il cane, significa che stai occupando la posizione dominante rispetto a lui.

Un quattrozampe sconosciuto, e magari diffidente, potrebbe non apprezzare questo 
tipo di messaggio.

9. SBATTERE LE PALPEBRE
Questo semplice movimento delle palpebre rende il cane più calmo in quanto smorza qualsiasi tipo di sguardo. È un buon modo per aiutare il tuo amico a rilassarsi in un momento di tensione.

 

10. LA MEMORIA DEL CANE
Ricorda che il cane non ha la stessa memoria umana e quindi metti in conto di ripetere più volte alcuni concetti. Ma fallo sempre in modo ragionato e calmo in quanto, se alzi la voce, otterrai solo l’effetto di spaventarlo o turbarlo.

Etichette
E' necessario connettersi per inserire un commento.