QUALI SONO I GAS CHE LO CAUSANO

Indice (TOC)
Nessuna testata

Samuele ,Matteo ,Giada

L’effetto serra è causato da gas naturalmente presenti nell’atmosfera: vapore acqueo, anidride carbonica, ozono e altri. Se non si verificasse, la superficie della Terra si troverebbe a una temperatura di 30 °C inferiore. L’incremento delle concentrazioni di alcune componenti, avvenuto dalla Rivoluzione industriale (1750) in poi, sta però provocando un eccessivo riscaldamento del pianeta. I gas maggiormente cresciuti sono anidride carbonica, metano, ossido d’azoto. La prima è passata da 280 a 365 parti per milione (ppm), il metano da 700 a 1.745 ppb (parti per miliardo), l’ossido di azoto da 275 a 314 ppb. A essi si sono aggiunti, a partire dagli anni Cinquanta, i clorofluorocarburi (Cfc), gas prodotti dall'uomo e utilizzati per sariati impieghi industriali. La produzione dei Cfc è stata bloccata (almeno nei paesi avanzati) perché gli stessi gas sono "colpevoli" dell'assottigliamento della fascia di ozono che protegge la Terra dai raggi ultravioletti del Sole.

 

Ci sono alcuni gas in natura che provocano l’effetto serra: vapore acqueo, ossido di azoto, anidride carbonica, metano e ozono. Tuttavia, negli ultimi cinquant’anni, la produzione di anidride carbonica, ossido di azoto e metano è cresciuta in modo considerevole e una nuova sostanza chimica, il clorofluorocarburo o CFC, è stata introdotta come refrigerante, solvente e propellente per gli aerosol. Esso è però un potentissimo “gas serra”, poiché assorbe una grossa quantità di radiazioni (una sola molecola di CFC può assorbire la stessa quantità di radiazione infrarossa di 12.000-16.000 molecole di anidride carbonica).

Questo grafico mostra il contributo di ogni gas all’effetto serra, considerando la quantità di ciascun gas in atmosfera e il suo potere di assorbimento della radiazione.

L’anidride carbonica viene prodotta principalmente dalla combustione di carburanti fossili. E’ prodotta anche dalla respirazione degli animali e nel ciclo naturale è convertita in ossigeno dalle piante. Da questo punto di vista, l’anidride carbonica di origine “biologica” non è da considerare gas serra in quanto il suo ciclo si chiude nel corso di una intera stagione.  Ma la deforestazione riduce le capacità di assorbimento della CO2 da parte del pianeta.

L’ossido di azoto è un prodotto secondario nella produzione del nylon ed è anche rilasciato dai fertilizzanti utilizzati per l’agricoltura. L’eccesso di metano è prodotto nelle miniere di carbone, nella produzione e distribuzione di gas naturale (che è metano) e nel trattamento dei rifiuti.  Un quinto di tutto il metano prodotto dall’attività umana proviene dalla decomposizione delle sostanze organiche da parte dei icrobi nelle risaie allagate.

Etichette
Visualizzato commento 1 di 1 : vedi tutti
Perche tutto evidenziato :-)??????????
Inviato 19:51, 6 Mar 2013 ()
Visualizzato commento 1 di 1 : vedi tutti
E' necessario connettersi per inserire un commento.