Galileo

Indice (TOC)
Nessuna testata

            Galileo Galilei nacque a Pisa il 15 febbraio del 1564. Si immatricolò all'università' di Pisa
 per studiare medicina seguendo il desiderio del padre, ma si appassionò di matematica e ottenne più volte
una cattedra.
Galileo si interessò ad un nuovo strumento, il telescopio con il quale compì una serie di osservazioni.

L'inquisizione bollò come eretica la teoria da lui sostenuta e proibì a Galileo di appoggiarla. 

Lo scienziato, già' anziano e malato venne costretto ad abbandonare la teoria copernicana. Condannato alla prigione a vita, gli venne concesso di scontare la pena nella sua villa di Arcetri, vicino a Firenze.

Galileo riconosceva che Aristotele aveva indubbiamente dato un grande contributo alla scienza ma, molte osservazioni fatte dal filosofo non potevano più essere accettate. Contro i pregiudizi e le affermazioni aristoteliche, Galileo ebbe il merito di seguire un preciso metodo di ricerca, che viene appunto chiamato metodo galileiano, e di sostenere che le idee hanno valore solo quando sono confermate dall'esperimento.
In tutta la sua vita e nella sua opera, contrariamente ai suoi predecessori Galileo sostenne sempre che
 il lavoro di uno scienziato si deve basare non solo su osservazioni dirette ma anche su verifiche continue di ciò che ritiene di avere scoperto.Galileo ideò un metodo sperimentale per
 l'interpretazione dei fenomeni che segnò da allora un nuovo modo di procedere nella
 ricerca.
Etichette
E' necessario connettersi per inserire un commento.