Emozioni-corpo

Indice (TOC)
Nessuna testata

  La mappa delle emozioni: così il corpo cambia temperatura

 

Fastidio al petto? Sei in ansia. Sensazione di calore? Forse ti stai innamorando. Queste sono solo alcune delle correlazioni che un gruppo di scienziati dell’università di Aalto, in finlandia, ha individuato tra le nostre sensazioni emotive e i loro effetti sull’organismo, chiedendo a 700 volontari quali parti del corpo sentono coinvolte durante un'emozione, mettendo ancora una volta in luce lo strettissimo legame tra la mente e il corpo.

Il risultato dello studio, appena pubblicato sulla rivista scientifica americana Pnas, è una vera e propria mappa dove ad ognuna delle principali emozioni biologi e neuroscienziati hanno associato i distretti corporei che ne vengono colpiti.

Lo possiamo apprezzare in questa grafica, dove il modo in cui le parti del corpo sono stimolate da ciò che proviamo è strato tradotto in maniera topografica attraverso una scala cromatica. Interpretarla è semplice: quando un’emozione si accende in una determinata regione del corpo, essa è rappresentata da un colore caldo, il rosso o il giallo, al crescere dell’intensità; quando invece ci fa sentire spente o inibite alcune zone, ecco che queste saranno tradotte in colori freddi, come il blu e l’azzurro.

Gli intervistati hanno riferito che il pericolo e la paura innescano forti sensazioni nella zona del torace, la rabbia aumenta le sensazioni percepite a livello di testa e braccia, tristezza e depressione portano ad una debolezza diffusa, soprattutto a livello degli arti. Essere tristi aumenta anche la sensibilità a livello del petto e del cuore, mentre il disgusto rende più sensibili la gola e l’apparato digerente, l’amore “si sente” nelle dita dei piedi e la felicità avvolge di sensazioni l’intero corpo. Lo studio, pubblicato dalla rivista Proceedings of the National Academy of Sciences, è stato condotto dallo psicologo Lauri Nummenmaa della Aalto University: "Questo è il primo studio del genere", ha dichiarato il ricercatore. ''Abbiamo raccolto sensazioni nette e ci siamo concentrati sulla forza statistica dei risultati"

 

     

 

Tutte queste sensazioni sono elementi fondamentali dell’esperienza emotiva che hanno una vera e propria base biologica e non sono il semplice riflesso di fattori socioculturali. Gli individui partecipanti allo studio appartenevano infatti ad etnie diverse – alcuni erano finlandesi, altri svedesi ed altri ancora di Taiwan – ma la mappa risultante dagli esperimenti è risultata essere sovrapponibile in tutti i casi. Per questo i ricercatori non hanno dubbi: le emozioni influenzano non solo la mente, ma anche il corpo, in modo da prepararlo a reagire prontamente ai pericoli e a sfruttare gli stimoli piacevoli provenienti dall’esterno. La consapevolezza derivante dal cambiamento nella percezione fisica delle sensazioni può di conseguenza scatenare emozioni ben riconoscibili.

 La scoperta non ha implicazioni solo nell’ambito della conoscenza dei meccanismi fisici alla base delle emozioni, ma potrebbero aprire la strada ad una nuova comprensione dei disturbi dell’umore e alla messa a punto di nuove metodiche per la loro diagnosi.

 

 

Etichette
Visualizzato commento 3 di 3 : vedi tutti
PROF secondo lei può andare?
Inviato 09:19, 12 Mar 2014 ()
Direi che va benissimo,dovremo però stamparlo a colori ,magari su un foglio le immagini e il testo su un altro
Inviato 16:58, 13 Mar 2014 ()
andate nella pagina articoli 4 , le righe in giallo secondo me dovrebbero essere stampate e appese 18:51, 17 Mar 2014 modificato
Inviato 18:51, 17 Mar 2014 ()
Visualizzato commento 3 di 3 : vedi tutti
E' necessario connettersi per inserire un commento.