La Miniera

Indice (TOC)
Nessuna testata

Nell' entroterra della Sicilia, ai piedi dell' Etna c' è un piccolo villaggio di circa 1500 abitanti, uomini e bambini lavorano in miniera dove si estrae lo zolfo, c' è un ambiente molto caldo, spesso si rischia l' incendio e il crollo di cunicoli.
I cunicoli della miniera sono molto ripidi e i minatori sono costretti ad aggrapparsi a una corda e se non c' è si aggrappano a quello che si trova lì attorno.  In questa miniera lavorano molti bambini, uno di questi si chiama Riccardo e suo padre è capo-miniera, è un bambino di dieci anni originario di Palermo di carattere molto gentile e dolce, ama stare con la famiglia e odia il lavoro in miniera.
Un giorno il padre insegna al bambino come trovare velocemente lo zolfo ma un pilone di sostegno cede e il cunicolo crolla sotterando i due corpi; grazie al caschetto Riccardo riesce a salvarsi mentre il padre rimane ferito al torace. Il bambino con movimenti lenti leva i massi sopra il corpo del padre ed è in questo momenti che il figlio gli confida il suo disprezzo per la miniera.
Intanto, i minatori al di fuori della miniera si accorgono del crollo, Rocco, un amico del padre avvisa disperatamente sua moglie che accorre subito sul luogo della tragedia. Tutti i minatori si impegnano a trarre in salvo i due sfortunati, dopo venti interminabili minuti arrivano i soccorsi, che grazie all' elevatore portano in superficie Riccardo e il papà.
Il bambino rimane incolume il padre nonostante i soccorsi muore  a causa di una emoraggia interna. Due giorni dopo si celebra il funerale del capo miniera e viene sepolto nel luogo in cui ha passato il maggior tempo della sua vita: la miniera.
fotoinizio.gif

Greta Perquis, De Gaspari Mattia e Eleonora Nava

Etichette
E' necessario connettersi per inserire un commento.