Memoria breve

 

Ognuno di noi, a modo

 

 

proprio, ricorda eventi, fatti, emozioni e sentimenti, a

 

 

volte per un breve periodo di tempo, a volte per tutta

 

la vita. Per ricordare, il cervello ha molti sistemi con

 

differenti caratteristiche, mediati da reti neuronali

 

 

diverse. Si ritiene che la formazione di nuovi ricordi

 

 

 dipenda dalla plasticità sinaptica ma si è ancora incerti riguardo i

 

 

meccanismi di richiamo delle informazioni 

 

La memoria a breve termine quella parte di memoria che si ritiene capace di conservare una piccola quantità di informazioni (tra i 5 e i 9 elementi) per una durata di 20 secondi circa. È contrapposta alla memoria a lungo termine, capace di conservare una quantità enorme, anche se non infinita, di informazioni.

 

 

 ------------------------------------------------------------------------------------------------

 

 

Curiosità da non spiegare (da appendere):

 

Un test semplice per la memoria a breve termine

o memoria di lavoro è quello del “numero dilettere”. Una persona scrive,

 

senza che gli altri la vedano, una serie di parole,

iniziando con una di due lettere (per esempio XT),

facendo attenzione a non scrivere parole di senso

compiuto, proseguendo poi con parole di due, tre,

quattro lettere e così via (per esempio QVHKZ

per una sequenza di 5 lettere o DWCUKQBPSZ

per una sequenza di 10 lettere). Dopo aver

preparato l’elenco di parole, la persona legge agli

altri, una alla volta, le sequenze scritte. Dopo

circa 5 secondi, gli altri cercano di riscrivere a

memoria la stessa sequenza di lettere,

cominciando con la sequenza più facile di due

lettere, e proseguendo con le sequenze più lunghe.

La maggior parte delle persone riesce a ricordare

perfettamente sequenze fino a 7 o 8 lettere, poi

cominciano gli errori. Pochissimi riescono a

ricordare 10 lettere correttamente. La capacità

della memoria a breve termine è stata perciò

descritta come “il numero magico 7 più o meno 2”.

Immagini decorative per pannelli :